Percorso Politico

Il percorso politico di Antonio Martusciello ha inizio all’interno della XII legislatura (15 aprile 1994 – 8 maggio 1996), quando viene eletto per la prima volta Deputato. In questi anni assume l’incarico di Presidente del Comitato Pareri della Commissione Bilancio e di componente della Commissione per il riordino del sistema radiotelevisivo italiano. Nella seguente legislatura, la XIII (9 maggio 1996 – 29 maggio 2001), eletto ancora Deputato, è componente delle Commissioni Esteri e Antimafia.

Parallelamente, nel 1997 viene nominato Consigliere comunale di Napoli, carica che mantiene fino al 2006; qui si candida come Sindaco nel 2001, ottenendo il 47% dei consensi. Nuovamente eletto Deputato nella XIV legislatura, Antonio Martusciello è Sottosegretario all’Ambiente dal maggio 2001 al dicembre 2004; in questo ruolo coordina l’intervento del governo nel sistema di depurazione delle acque; coordina il tavolo inter-istituzionale della bonifica di Bagnoli; segue l’iter legislativo che conduce all’approvazione della legge sullo smaltimento dei rifiuti tossici e nucleari; coordina i lavori della Commissione di Valutazione di Impatto Ambientale. Rappresenta l’Italia in numerose missioni e conferenze internazionali.

Il 30 dicembre del 2004 viene nominato Vice Ministro dei Beni e delle Attività Culturali. Tale ruolo, nell’esercizio delle deleghe conferitegli dal Ministro, lo pone in prima linea in materia di vigilanza sulla SIAE (Società Autori ed Editori), e su ALES e sull’ente Cinecittà. Coordina le direzioni del Ministero nell’ottica di una valorizzazione dei beni culturali e lo rappresenta in importanti manifestazioni e conferenze internazionali. Nel corso della XV legislatura (28 aprile 2006 – 28 aprile 2008), dove viene nuovamente eletto come Deputato, Antonio Martusciello entra a far parte della Commissione Cultura, Scienza ed Istruzione della Camera dei Deputati.

Condividi questo articolo: